Protezione dati personali: pubblicato il GDPR in GU

administratorLeave a Comment

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto di recepimento del regolamento 679/2016 sulla protezione dei dati personali ed entrerà in vigore dal 19 settembre 2018.

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale  n. 205 del 04-09-2018, il DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2018, n. 101 contenente “Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonche’ alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati).” [Fonte: Puntosicuro.it]
Scarica il documento

Il GDPR era entrato in vigore in tutta europa già da fine maggio 2018, ora le Disposizioni per l’adeguamento alla normativa, modificano definitivamente il D.Lgs n.196/03 (anche conosciuto come “Codice Privacy”). Nei prossimi mesi ci saranno delle ulteriori specifiche che renderanno più agevoli gli aggiornamenti dei documenti e delle procedure richieste dal GDPR.

Tutto questo contestualmente alla approvazione del piano ispettivo del Garante della Privacy tramite la delibera n. 437 del 26 luglio 2018.

Per maggiori informazioni

Il piano, il primo ad essere varato dopo la piena applicazione del Regolamento UE 679/2016 (“GDPR”), vede al centro degli accertamenti del Garante per la protezione dei dati personali i trattamenti di dati personali effettuati:

  • da società/enti che gestiscono banche dati di grandi dimensioni;
  • presso istituti di credito relativamente alla legittimità della consultazione e del successivo utilizzo di dati da parte di soggetti aventi diritto, anche in riferimento al tracciamento degli accessi e a correlate misure di protezione;
  • da società per attività di telemarketing.

L’attività ispettiva sarà, inoltre, indirizzata nei confronti di soggetti, pubblici o privati, appartenenti a categorie omogenee, in relazione:

  • alla liceità del trattamento e alle condizioni per il consenso, ove esso sia stato utilizzato quale base giuridica del trattamento;
  • al rispetto dell’obbligo di informativa nonché sulla durata della conservazione dei dati.

Le ispezioni verranno svolte anche in collaborazione con il Nucleo speciale tutela privacy e frodi telematiche della Guardia di Finanza sulla base del protocollo di intesa che ha rafforzato l’attività di collaborazione tra la Guardia di Finanza e il Garante per la protezione dei dati personali. [Fonte: replegal.it]

Segnaliamo quindi di prestare la massima attenzione all’ allineamento alla normativa in vigore per non incappare in sanzioni e restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti.

Per maggiori informazioni

Lascia un commento